CONSU

Nuove norme in materia condominiale del 29/01/2013

 

Con legge 11 dicembre 2012, n.220 sono state approvate le nuove norme che disciplinano la materia condominiale. Queste alcune delle principali novità:

  1. Per fare l'amministratore è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado. Inoltre si devono possedere alcuni requisiti essenziali (godimento dei diritti civili, titolo di studio, formazione, assicurazione professionale individuale di responsabilità civile per gli atti compiuti nell’esercizio del mandato;  i relativi oneri sono a carico dei condomini).
  2.  La durata in carica dell’amministratore passa da uno a due anni .
  3. La revoca dell’amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall’assemblea, con la maggioranza prevista per la sua nomina oppure con le modalità previste dal regolamento di condominio.
  4. L’amministratore è obbligato a far transitare le somme ricevute a qualunque titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio, su uno specifico conto corrente, postale o bancario, intestato al condominio; ciascun condomino può accedervi per prendere visione ed estrarre copia, a proprie spese, della rendicontazione periodica.
  5. E' prevista la possibilità per il condomino di rinunciare all’utilizzo delle parti comuni, come l’impianto di riscaldamento e di condizionamento, qualora dalla sua rinuncia non derivino notevoli squilibri di funzionamento né aggravi di spesa per gli altri condomini. Il condomino, in ogni caso, deve pagare la manutenzione straordinaria dell’impianto centralizzato.
  6. Le norme del regolamento condominiale non possono porre limiti alle destinazioni d’uso delle unità di proprietà esclusiva né vietare di possedere o detenere animali da compagnia".
  7. Su richiesta dell’assemblea l’amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio (aggiornato mensilmente salvo diversa previsione dell’assemblea), ad accesso individuale protetto da una parola chiave, che consente agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale di atti e rendiconti mensili. Le spese per l’attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini.